Voglia di primavera, voglia di crostata alla frutta

Spesso quando consumiamo un dolce non ci vengono in mente tutti i passaggi che possono aver portato alla sua realizzazione: pensa ad esempio a un lievitato che richiede 3\4 giorni di lievitazione. Altri aspetti che a volte si prendono un po’ sottogamba sono il territorio, il clima, le stagioni, la cultura.

Il dolce nella sua interezza è molto complesso.

Per fortuna questa complessità viene resa fruibile e semplificata dal buon lavoro dell’artigiano. Capire e studiare le mode, applicare nuovi concetti, sperimentare e così via: questo (e molto altro) fa il buon artigiano. Il lavoro dell’artigiano ha da sempre un fascino tutto suo.

Pasticceria e stagionalità

Per fare un esempio, l’autunno con i suoi colori, le sue temperature più miti, le giornate più corte richiama cioccolato, sacher, castagne. In sé non bisogna inventarsi niente, ma essere sensibili al cambiamento.

L’esempio più classico e intramontabile è quello di un altro evergreen della pasticceria: la crostata di frutta fresca.

La fragola, la regina delle crostata alla frutta fresca

E adesso svelo una statistica particolare e interessante che ho avuto modo di notare negli anni. Quando realizzi una crostata alla frutta puoi mettere quello che vuoi, e se riesci a seguire la stagionalità ancora meglio. Ma c’è un frutto che non deve mai mancare, pena per l’artigiano la mancata vendita: la fragola.

Ad esempio su 10 crostate, 5 decorate con fragole e 5 senza, stai certo di vendere quella con le fragole. Le altre rimangono per il 90% invendute, o le vendi se proprio non hai altro e il cliente non ha tuoi concorrenti vicini.

Cosa sia, se il gusto o il colore o altro, è soggettivo. Fatto sta che le fragole non devono mai mancare. La cosa un po’ mi scoccia perché non è sempre stagione di fragole. Durante l’anno ne trovi alcune giganti che non sanno di niente, molto acquose.

Sono assolutamente certo che un giorno torneremo ai valori della stagionalità. Ci vorrà ancora qualche anno ma le cose stanno progressivamente cambiando (se sei interessato ecco un articolo sulla stagionalità della frutta).

Ricetta: crostata alla frutta

Per realizzare una fantastica crostata alla frutta cuoci un fondo di frolla e prepara la crema pasticcera. Una variante potrebbe essere mettere un po’ di pan di spagna sul fondo.

In ogni caso riempi il fondo di frolla con crema e decora a piacere

crostata alla frutta - 01 crostata alla frutta - 02

Potrebbe interessarti

Lascia un commento